venerdì 26 settembre 2014

Il vicesindaco Maria Rita Febbo incontra il Ministro Franceschini

Il vicesindaco di Chieti, Maria Rita Febbo, ieri a Roma, presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, su delega del Sindaco Umberto Di Primio, ha partecipato ad un incontro con il Ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini – presenti il Direttore Generale del dicastero, Salvo Nastasi, e il Dirigente Musica, Enrico Graziano – insieme ai rappresentanti dei Comuni interessati alle problematiche relative ai Teatri di Tradizione, attualmente 29, distribuiti in 14 regioni. Nel corso della riunione, le 29 città interessate (tra cui Chieti) insieme al Presidente A.T.I.T., Giuseppe Gherpelli, hanno rappresentato al Ministro Franceschini la necessità di favorire, sostenere e promuovere l'attività culturale dei Teatri di Tradizione. In tal senso è stato chiesto al Ministro di avviare un percorso parlamentare che, entro la corrente legislatura, completi una organica riforma del settore musicale, superando la legge 800 del 14/8/1967, conferendo ai Teatri un riconoscimento produttivo multidisciplinare, sia in termini di visibilità che di sostegno economico, alla luce del nuovo ruolo che oggi rappresentano per i territori di competenza.
E’ stata, altresì, richiesta una redistribuzione più equa delle risorse assegnate, con D.M. 1/7/2014, ai Teatri di Tradizione, in misura corrispondente alle funzioni svolte, nonché l'assicurazione di pari opportunità di accesso ai finanziamenti ARCUS SPA, dopo aver individuato criteri e modalità trasparenti.
Dall’incontro sono emersi almeno tre percorsi da attivare entro il mese di ottobre: un incontro tra Sindaci, Regioni ed il Ministro Franceschini per definire modalità di sostegno ai Teatri di Tradizione; un tavolo di lavoro ANCI-MiBact; la costruzione di una rete progettuale tra i teatri, per condividere progetti, sperimentazioni e coproduzioni, nell'ottica di una programmazione triennale come previsto dal decreto cultura del 31 maggio e trasformato in legge il 29 luglio 2014. «Come primo risultato – ha dichiarato il Vice Sindaco - è stata redatta una lettera congiunta da parte dei rappresentanti dei Comuni sedi dei Teatri di Tradizione volta a richiedere uno sgravio fiscale sulle donazioni di privati per le attività dei teatri di tradizione. Nel documento, viene, inoltre, sottolineata la volontà di costruire un sistema tra i Comuni, come proposto dal Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti, promotore dell’incontro che ha visto la partecipazione di quasi tutte le Amministrazioni coinvolte».

Nessun commento:

Posta un commento